giovedì 22 giugno 2017

Restart Cosenza Vecchia - venerdì 23 giugno


Venerdì 23 giugno - Restart Cosenza Vecchia
Facciamo ripartire il Centro Storico con una spinta dal basso fatta di arte, cultura, musica, aggregazione, conoscenza dei luoghi

Un progetto di Il filo di Sophia e Comitato Piazza Piccola

Programma della giornata

Sport popolare
Ore 17
Casa degli Ultrà
Partita di calcio meticcia con telecronaca d'eccezione in diretta

Arte
Dalle ore 17
Vinnedre
Mostre idi Matteo Branca, Nicoletta Carllotto, Marco Cotroneo, Stella Forciniti, Gianluca Gallo, Alessia Musolino, Ivana Russo, Serena Clausi

Incontri
Ore 18
Chianareddru via San Tommaso
Presentazione iniziativa
Incontro con Claudio Dionesalvi, Marta Maddalon e John Trumper sulla lingua cosentina
Ore 20.30
Incontro con Camillo Giuliani, Alfredo Sprovieri e Gianluca Palma su passato, presente e futuro del Centro Storico

Performance
Dalle ore 18.30
Corso Telesio
Musica e arte dal vivo in compagnia di Roberto Vagliolise, Arianna Luci, Mattia Argieri e Federica Armeni

Reading
Ore 19.30
Vinnedre
Reading itineranti di Ernesto Orrico, Alessandro Cosentini, Roberto Giacomantonio, Manolo Muoio, Giovanna Chiara Pasini, Collettivo Kubla Kahn, Francesco Cangemi e Giuseppe Bottino

Proiezioni
Ore 21.30
Piazzetta Toscano
Cortometraggi di Mauro Nigro, Andrea Belcastro, Mario Vitale

Musica
Ore 22
Piazzetta Toscano
Al The Coordinator, Cassidy, Alessandro Ruvio, Lumpen Unplugged, Cumededè Limited Edition

Dj Set
Ore 00
Villa Vecchia
Mujina Crew, Onedrop Fellas, Autonomia Elettronica


Partner --> Radio Ciroma, Mmasciata.it, Malanova.info, Otra Vez Fair Cafè

Punti ristoro --> drink&food a Piazzetta Toscano / drink Villa Vecchia


Ama la tua città, rispetta il tuo Centro Storico, vivilo!
#RestartCosenzaVecchia

giovedì 25 maggio 2017

Il pifferaio magico @Matrioska_Giovedì 25 maggio

Eccoci arrivati all'ultimo appuntamento (per ora) di Matrioska_Teatro, la nostra piccola rassegna di spettacoli teatrali con la quale abbiamo tastato il terreno e stuzzicato la vostra curiosità. Accorrete numerosi il 25 Maggio per salutarci, godervi il momento mangereccio e per gustare lo spettacolo di Pierpaolo, Fabio e Greta. Naturalmente nelle prossime settimane non vi abbandoneremo, non temete. Vi terremo aggiornati e cercheremo di coinvolgervi nelle mille altre attività perditempo che ci contraddistinguono. Continuate a seguirci e tenete d'occhio Restart Cosenza Vecchia!

La famosa storia della città di Hamelin è metafora della contemporaneità con le sue nevrosi e le sue ombre. Ma nulla dura per sempre e la possibilità di ricominciare è sempre dietro l’angolo. La storia del pifferaio magico viene raccontata intervallando il racconto con le musiche inedite di un maestro della ricerca musicale contemporanea. Una performance teatrale dove suoni e parole s'intrecciano armoniosamente per offrire allo spettatore un momento di riflessione.

__________________________________________________

Per info, insulti, inviti a cena: ilfilodisophia@gmail.com

Il filo di Sophia ---> libero sapere per libere menti in liberi spazi since 2008. Diffidate dalle imitazioni

MILF 4.0 #4 | Parole, parole, parole_Mercoledì 17 maggio



Mercoledì 17 Maggio, alle ore 20:30, MILF torna al Teatro dell'Acquario con un appuntamento all'insegna dell'eccesso. Partendo dal libro di Armando Canzonieri (Ermeneutica della vita pratica, Mimesis 2016), e accompagnati dalle letture di Francesco Aiello e dalle selezioni video di Giuseppe Bornino, faremo una passeggiata negli eccessi del desiderio e del pensiero. Tra parole di troppo e passioni scomode, proveremo a immaginare un identikit affidabile del saggio, così da poterci orientare nel grande supermercato delle ricette per la felicità.

Armando Canzonieri è a fasi alterne disoccupato e insegnante, saggio e autistico, casalingo e affetto da febbre del sabato sera. In costante conflitto con la lingua italiana e con le regole della punteggiatura, si cimenta comunque nella scrittura di articoli e saggi. Quando decide di non scrivere, prova a tradurre altri scrittori con evidenti problemi nella gestione della sintassi e della semantica (ad esempio, Heidegger). A tempo pieno è membro del filo di Sophia, associazione con cui condivide da anni le gioie i dolori dell'esistenza.

Giuseppe Bornino è a tempo pieno presidente operaio e filosofo militante

Francesco Aiello è a tempo pieno attore, regista, uomo affascinante e di gran classe.

__________________________________________________

Per info, insulti, inviti a cena: ilfilodisophia@gmail.com

Il filo di Sophia ---> libero sapere per libere menti in liberi spazi since 2008. Diffidate dalle imitazioni!

EDDA in concerto per MILF 4.0_Lunedì 24 aprile



Il Filo DI Sophia, per il quarto appuntamento annuale della rassegna M.I.L.F., è emozionato e lieto di presentarvi, per la prima volta in Calabria, EDDA in concerto.

L'appuntamento è per lunedì 24 aprile ore 21
@ Teatro dell'Acquario/Otra Vez Fair Cafè Cosenza - Bistrot bio etico 

||| Per info e prenotazioni: 3282207753 (Giuseppe - zona università, Rende) 3208861422 - 3200141887 (Silvia e Letizia - Cosenza centro, Teatro dell'Acquario) 3294146371 (Armando - Lamezia e dintorni) |||

I posti sono limitati. Chi prima chiede, meglio siede.
Vogliamo il sold out. Il giorno dopo non si lavora.
Quando ti ricapita di nuovo? Cogli l'occasione al volo!

------------------------------------------------------------------------------------------

Stefano “Edda” Rampoldi è una figura unica nel panorama musicale italiano. Milanese, classe 1963, tra la fine degli anni Ottanta e la prima metà dei Novanta è stato la voce dei Ritmo Tribale, una delle prime rockband a riuscire a emergere dal circuito underground in Italia, anticipando la successiva ondata di Afterhours, Marlene Kuntz, Subsonica. Dopo il burrascoso addio del 1996 e dodici anni di lontananza dal palcoscenico – in gran parte spesi a lottare contro la dipendenza dall’eroina e a lavorare come operaio in cantieri edili – nel 2008 Edda ha ripreso in mano la chitarra e avviato una seconda carriera artistica, segnata da una cifra stilistica personale e viscerale, che conta quattro album di crescente maturità: Semper biot (2009), Odio i vivi (2012), Stavolta come mi ammazzerai? (2014) e il nuovo Graziosa utopia, uscito lo scorso 24 febbraio.

Messer Ludovico Ariosto (quasi) furioso @Matrioska_Mercoledì 12 aprile


Messer Ludovico Arisosto (quasi) Furioso di Pierre Campagnoli e J.I. Baladam: 

Chi è Ludovico Ariosto? Un cortigiano per necessità economiche, un diplomatico intelligente e cauto sfruttato per missioni pericolose e sgangherate, un amante della tranquillità costretto controvoglia a spostarsi dalla sua amata Ferrara, un poeta pazzo d'amore, un contemplativo, un sognatore, un distratto, un astante arguto, un intellettuale capace di analizzare nel profondo l'irrazionalità delle passioni umane e l'assurdità delle ambizioni; ma è anche l'abile e geniale autore dell'Orlando Furioso, un poema epico-cavalleresco multiforme senza inizio e senza fine, trionfo di comicità, libertà inventiva e innovazione narrativa. Tra cortigiani spaventati, ungheresi stereotipati e critici frustrati, si srotola una narrazione ariostesca imprevedibile, che distrattamente e continuamente spazia dalla rivoluzionaria fantasmagoria d'immagini dell'Orlando furioso, alla pragmaticità romanzata e assurda della narrazione biografica; da capogiri e sbandate proverbiali e dialettali, alla grande tradizione folclorica dei cantastorie di piazza del Medioevo; dall'imprecazione furente meno contenuta, all'aulico latinorum degli scriptoria; dal più imbarazzante utilizzo del calembour, alla complessa critica ariostesca del Novecento. Il tutto rimescolato e rishakerato insieme, nonché condito da cantautorato strimpellato alla bell'e meglio, aneddoti imbarazzanti sulle personalità dell'epoca e rimandi all'arte figurativa e cinematografica novecentesca. Si tenterà, in questo guazzabuglio accuratissimo, di rimettere in discussione, a cinquecento anni di distanza, e dopo festeggiamenti per il cinquecentenario, la personalità pop, multiforme e vagabonda di Messer Ludovico Ariosto, stralunato gentiluomo ferrarese del millecinquecento. Il tutto comodamente in vestaglia.

per info e prenotazioni: 3200141887 // 3933148606

MILF 4.0 #3 | incontro pubblico con Andrea Fumagalli_Giovedì 6 aprile


Il filo di Sophia, per il terzo appuntamento della quarta edizione di M.I.L.F., rassegna indipendente di musica, letteratura e filosofia, ha il piacere di presentare

$$$GRATEFUL DEAD ECONOMY$$$
???La psichedelia finanziaria???

Giovedì 6 aprile alle ore 20, all'interno del Teatro dell'Acquario, avremo l'onore e il piacere di ospitare ANDREA FUMAGALLI, uno dei più apprezzati economisti eterodossi d'Europa, per una serata in cui cercheremo di capire perché la finanza e la mercificazione economica si sono appropriate non solo del corpo ma anche dei cervelli, dei sensi e dell’eros, costringendoli a vivere una vita di elemosina e precarietà.
A dialogare con Fumagalli ci arà anche Carmelo Buscema, docente di Sociaologia dei fenomeni politici dell'Unical.

Prima dell'incontro, negli spazi dell'Otra Vez Fair Cafè, scalderemo i motori con "Are you experienced?", la performance di Nicola Comerci dei The Sick Dogs dedicata alla musica psichedelica, accompagnata dal nostro solito mangia&bevi.

_________________________________________________
Grateful Dead economy
La psichedelia finanziaria

"Da ciascuno secondo le proprie potenzialità, 
a ciascuno secondo i propri sognI".

L’economia mondiale è drogata. Quando si attutiscono gli effetti dirompenti dei mutui subprime, si apre la crisi del debito pubblico con il peso nefasto delle politiche di austerity. Appena si affaccia una timida ripresa, ecco il crollo del prezzo del petrolio, la crisi bancaria e il rallentamento della Cina e dei paesi Brics che rimettono di nuovo tutto in discussione. L’instabilità è diventata endemica e le droghe assunte (il quantitative easing o il Jobs Act) non fanno più effetto. Forse perché non sono adeguatamente psichedeliche?
Un tempo la psichedelia era infatti sinonimo di creatività, sperimentazione, innovazione e sovversione. Ora regnano l’impotenza e la depressione sociale. Forse perché la finanza e la mercificazione economica si sono appropriate non solo del corpo ma anche dei cervelli, dei sensi e dell’eros, costringendoli a vivere una vita di elemosina e precarietà?
Questo volume di agile lettura, utilizza la metafora dei Grateful Dead, non solo per rendere omaggio a uno dei gruppi musicali che più ha inciso sulla cultura alternativa, ma per discutere criticamente l’evoluzione dello spirito libertario negli Usa, nato negli anni sessanta e riapparso nelle ultime due decadi nell’ideologia libertarian, fondata sulle libertà individuali, l’antistatalismo e il primato dello spirito del self-made man. Grateful dead economy analizza le tre parole chiave al centro del dibattito politico del nuovo millennio: il concetto di comune, lo spirito open source e il ruolo delle monete alternative.
__________________________________________________

Per info, insulti, inviti a cena: ilfilodisophia@gmail.com

Il filo di Sophia ---> libero sapere per libere menti in liberi spazi since 2008. Diffidate dalle imitazioni!

Bestie Rare di Angelo Colosimo @Matrioska_Martedì 28 marzo


Inizia il 28 Marzo con "Bestie rare" di Angelo Colosimo la rassegna di spettacoli teatrali a cura de "Il filo di Sophia". Tre date, tre spettacoli, tre incontri all'insegna della ricerca teatrale contemporanea, accompagnati (naturalmente) da quel pizzico di stupida convivialità che da nove anni ormai ci contraddistingue.

- Vincitore nel 2013 del progetto "Drammaturgie Nascoste" del Teatro Valle (Roma)
- Presentato al Torino Fringe Festival nel 2015
- Vincitore del premio BRISA (Bologna Riunisce I Suoi Artisti) nel 2016

Bestie Rare racconta la storia di un bambino che si trova catapultato in una situazione paradossale. Da una semplice marachella dai risvolti tragi-comici, emerge alla luce il substrato culturale cinico e spietato di un piccolo paesello della Calabria, pronto a giudicare e condannare senza remore anche se l’ imputato del “tribunale popolare” è poco più di un bambino. Quello che all’inizio può sembrare un semplice gioco “pericoloso” da ragazzini, fatto per ammazzare il tempo, si rivelerà una un gesto calcolato di vendetta. Una vendetta dovuta a soprusi, stupri e storie di pedofilia consumate da un Prete, uomo apparentemente virtuoso e rispettato dalla comunità, che servendosi di persone con problemi mentali, adesca bambini per i suoi giochi viziosi.

Angelo Colosimo:

Angelo Colosimo Nasce in Calabria a Lamezia Terme il 04/08/1980 intraprendere la carriera universitaria a Bologna frequentando il DAMS cinema, dove si Laurea nel 2008. Dal 2001 inizio a frequentare corsi di Improvvisazione Teatrale con l’associazione Belleville, e inizia a fare le sue prime esperienze con il pubblico. Sempre nella stessa associazione entra a far parte della compagnia del Teatro Ragazzi portando in scena più di 10 spettacoli l’anno. Nel 2007 entra a far parte della scuola attori presso il Teatro Due di Parma che gli permette di lavorare con: Valerio Binasco, Claudio Longhi e Walter Le Moli. Sempre nel 2007 inizia la collaborazione con Francesco Brandi, con quest’ultimo dal 2007 al 2011 porta in scena “Tutta colpa degli uomini” con Margot Sikabonij. Tantissime altre sono state le esperienze in 10 anni di professione. Da E. Sanguineti con “ Storie Naturali”, a F.Mangolini “Il vecchio innamorato”. Nel 2011 scrive e dirige per la città di Bologna “Bologna 150” con F.Mazza e V. FranceschiFranceschi, e lo spettacolo “Dozza un Uomo (al) Comune” . Nel 2012-2014 rappresenta il suo primo testo scritto Bestie Rare Semi-Dramma in lingua Calabra vincitore del concorso “Drammaturgie Sommerse” presso il teatro Valle di Roma. In scena presso il CELCIT di Buenos Aires. Porta in scena sempre nello stesso anno il testo Aspettando Pinocchio scritto diretto ed interpretato. Lavora per Rai1 mattina in famiglia nel 20015. Finalista premio Testori con “L’Agnello di Dio” 2015. Vincitore Premio BRISA con Bestie Rare nel 2016. Partecipa come attore a HTLM (HamleT Last Minut) di Francesco Brandi.

#stayilfilodisophia #lovemilf #feelmatrioska

lunedì 20 marzo 2017

MILF 4.0 #2 | Ottone Pesante live + mostra Marco Cotroneo | Martedì 21 marzo ore 20.45


Il Filo DI Sophia presenta MILF 4.0 #2
Martedì 21 marzo ore 20.45 
@ Teatro dell'Acquario/Otra Vez Fair Cafè Cosenza - Bistrot bio etico
***Ingresso Gratuito***

OTTONE PESANTE live
AERIAL VIEW 
mostra di Marco Cotroneo
TURNOVER dj set
__________________________________________________

OTTONE PESANTE
L’ottone è una lega di metalli e la chimica fra gli OTTONE PESANTE si basa, allo stesso modo, sulla straordinaria forza che la loro interazione va a creare. L’ottone è anche il materiale che compone due dei tre strumenti che sentite in azione: tromba, trombone e batteria. Dritti al punto, fra Slayer e Meshuggah, fra violenza pura e tecnica sopraffina. Un’operazione allo stesso tempo viscerale e filologica, suonata da musicisti di altissimo livello le cui radici affondano in miniere di metallo ricche e profonde, lontane dall'essere una semplice infatuazione giovanile.

MARCO CONTRONEO
Chi è l’artista, lo possiamo scorgere soltanto dalle sue opere. 
Prendete come esempio una vallata, metteteci gli alberi, la natura, gli animali, i raggi di luce scintillanti. Stop!
Con Marco Cotroneo tutto non sembra più essere lo stesso. 
Aerial View. È il nome di un’azione, forse una virtù di artista. Vedere dall'alto potrebbe dare la cognizione di come sono organizzati gli spazi, poter vedere come si ci potrebbe muovere all'interno di essi, poter organizzare lo spazio a piacimento in base ai colori o ai rilievi.
L’arte per Marco Cotroneo si esprime con la libertà e un profondo senso creativo che si sprigiona nel compierla. Contrastata dagli stereotipi della realtà, dalla costruzione di miti o sovrastrutture inutili che l’artista deve tenere a distanza, l’arte perde il suo senso, cambia addirittura significato. Se è così e se nell'arte si perseguono fini diversi, allora l’opera brucia!
___________________________________________________

Il filo di Sophia: libero sapere per libere menti in liberi spazi since 2008. Diffidate dalle imitazioni!

Per info, insulti, inviti a cena: ilfilodisophia@gmail.com
Ingresso gratuito

venerdì 3 marzo 2017

MILF #1 | Burbank Poetry Tour - Poetry Slam - Yayo Dj Set martedì | 7 marzo ore 19


Ritorna, per il quarto anno consecutivo, MILF, la rassegna indipendente di musica, filosofia e letteratura organizzata da Il Filo DI Sophia. Un tentativo spinto di condividere nuovi saperi, far circolare idee inedite, attivare cortocircuiti imprevisti.

Primo appuntamento martedì 7 marzo ore 19
@ Teatro dell'Acquario / 
Otra Vez Fair Cafè Cosenza - Bistrot bio etico
***** Ingresso Gratuito *****

BURBANK POETRY TOUR +
POETRY SLAM +
YAYO DJ SET +
MANGIA&BEVI

************************************************
Di seguito la timetable (poliglottismo hard) della serata:

Ore 19.00 -> Poetry Slam all'ultimo sangue w/ Alessandro Burbank nelle vesti di MC @ Otra Vez Fair Cafè

Ore 20.30 -> Mangia&Bevi allietato dal dj set di Valerio Yayo Pezzaniti @ Otra Vez Fair Cafè

Ore 21.30 -> "Finché non trovo un lavoro", spettacolo di e con Alessandro Burbank @ Teatro dell'Acquario

Ore 23.00 -> Yayo dj set again @ Otra Vez Fair Cafè

************************************************
Sul Poetry Slam: LIPS - Lega Italiana Poetry Slam

Su Alessandro Burbank: 
http://www.notturnidiversi.it/alessandro-burbank-2/

Sul tour "Finché non trovo un lavoro": https://www.facebook.com/burbank.alessandro/

*********************************************
M.I.L.F. 4.0
Rassegna indipendente di musica, filosofia e letteratura, organizzata e autogestita da Il filo di Sophia

Per partecipare al Poetry Slam inviare poesie scritte, filmate o registrate, entro venerdì 3 marzo alle ore 23.57, all'indirizzo di posta elettronica: ilfilodisophia@gmail.com

N.B.: poesia è anche una canzone, un freestyle, qualsiasi forma di racconto ri(t)mata della realtà che ci circonda oppure no.

Il filo di Sophia non è un marchio registrato o un prodotto di mercato. Diffidate dalle imitazioni. Liberi since 2008.

domenica 22 gennaio 2017

Condannati a morte (nel vostro quieto vivere) Martedì 31 gennaio ore 20.30


Il filo di Sophia presenta: 
Condannati a morte (nel vostro quieto vivere)
Martedì 31 gennaio ore 20.30
Teatro dell'Acquario / Otra Vez Fair Cafè
///// INGRESSO GRATUITO /////

Costretti (ancora) a sanguinare
incontro pubblico con MARCO PHILOPAT

Lumi di punk
mostra sull'hardcore italiano d'epoca

Dritto contro un muro
dj set punk-hardcore

Sogni e bisogni
mangia&bevi tematico

Per info, insulti, inviti a cena:
ilfilodisophia@gmail.com

Il filo di Sophia ---> libero sapere per libera mente in libero spazio since 2008. Diffidate dalle imitazioni!